Skip to main content
Gianni Cuperlo - Deputato XIX Legislatura - Camera dei Deputati - Gruppo PD

Antonio Casoria, Roma

Libero professionista
promessa democratica

Buona sera Dott. Cuperlo,
le scrivo perché ritengo che la sua elezione a segretario avrebbe permesso al PD di condurre una seria analisi critica delle ultime stagioni politiche, caratterizzate da nuovismo e impreparazione, e di elaborare una linea coerente ai principi ispiratori che portarono alla nascita del PD, che a mio modesto avviso non necessitavano di essere modificati o integrati, ma rispettati ed attuati pienamente.
Un partito strutturato ed organizzato che permette le porte girevoli, per cui se il segretario del “mio” partito non è di mio gradimento lo lascio, magari senza dimettermi dalla carica che grazie ai voti dello stesso ricopro, o fondo il mio partito per poi tornare quando si profila la vittoria di un segretario a me gradito e che ne possa diventarne addirittura segretario iscrivendosi non un anno prima e facendo vita di partito ma tre settimane prima, non dimostra apertura all’esterno o, usando un termine che piace molto, di essere contendibile, ma un cupio dissolvi difficile da comprendere da persone esterno ad esso. Purtroppo temo che questo voto ne decreti la morte, come ha scritto, molto meglio di come potrei fare io, il Dott. Prospero sul Riformista, e mi rammarico che lei non si sia schierato chiaramente contro questa prospettiva.
Ma del resto la nuova segretaria mi sembra che sia più interessata a trasformarlo in un movimento, quanto simile ad un altro in lento ma spero irreversibile declino non è ancora chiaro, e ad usare parole giuste (inclusivo, non patriarcale, ecologista, femminista, transizione verde etc. etc. etc.) nei talk show per accreditarsi la portatrice del nuovo che a lavorare con chi al partito ha dedicato tempo e di impegno per definire una strategia ed indicare una via di rinascita per l’Italia, prima sociale e poi economica. Del resto più di un dirigente, ex dirigente e simpatizzante influente del PD avevano invocato la necessità di sciogliere il partito o cambiare nome al partito o modificare integralmente la sua carta dei valori. Su questa strada il PD è in ritardo di molti anni: avrebbe fatto meglio allora a far partecipare Beppe Grillo alle primarie a suo tempo così sarebbe stato l’originale e non ci sarebbe nati i 5 Stelle.
Comunque l’ammiro perché è rimasto e rimarrà coerentemente nel partito a continuare le sue battaglie sempre più in solitaria, temo
Distinti Saluti

Elio Vergna, Rijswijk Paesi Bassi

Pensionato
promessa democratica

Perchè solo con l’unione si costruisce la forza per riuscire a cambiare questo nostro Partito Democratico.
Perchè, l’esperienza di noi italiani all’estero può servire!
Forza Fiducia Fede
Elio Vergna

Lauretta Pol Bodetto, Fossalta di Portogruaro (Ve)

commercialista
promessa democratica

apprezzo il suo pensiero politico, la sua intelligenza e onestà intellettuale

Carlo Tognozzi , Firenze

Libero Professionista
promessa democratica

Perché voglio partecipare al cambiamento che ritengo giusto e in linea con i miei principi politici.

Gianluca Cocilovo, Pomezia

Impiegato
promessa democratica

Il tempo dei leader soli al comando armati di marketing e comunicazione è finito.Torniamo a parlare di comunità e Gianni è la persona giusta per farlo.

Corrado Angione, Milano

Pensionato
promessa democratica

Propone un pensiero autonomo da poteri, media e influencer, alternativo all’ideologia della destra

Bijoy Trentin, Bologna

Docente
promessa democratica

La “Promessa democratica” di Gianni Cuperlo tiene ben presenti i principi fondamentali della Costituzione e, quindi, sostiene i diritti, il lavoro, l’istruzione e la salute per tutti/e e per ciascuno/a.

Elio Vergna, Rijswijk, Paesi Bassi

Pensionato
promessa democratica

Fin da giovane ho militato a sinistra ora più che mai c`e`bisogno di sinistra.
Aderisco per partecipare al cambiamento radicale del mio partito da cui milito dalla sua fondazione, sono stato tra i fondatori e promotori del PD nei Paesi Bassi.
L’unione per cambiare, cambiare per vivere meglio.

Duccio Pozzolini, duccio.pozzolini@gmail.com

duccio.pozzolini@gmail.com
promessa democratica

Perché rimettte al centro la vocazione maggioritaria del Partito Democratico con valori della sinistra più radicale senza tralasciare il cattolicesimo democratico di centro sinistra

Luigia Varrassi, L’Aquila

Pensionata
promessa democratica

La linea “governista” del PD NON riuscirà a ricostituire la nostra anima. Non basta, non è bastato e non basterà a riconnetterci alla società. Sostengo convintamente il tuo impegno ad aprire un serie confronto sui grandi temi della contemporaneità: la democrazia, le disuguaglianze, il futuro del nostro pianeta, la pace. Sono temi, tutti, strettamente legati l’uno all’altro, che implicano importanti scelte anche amministrativo-politiche importanti (autonomia, sanità, scuola, lavoro, ecc) e che devono essere sviscerati fino in fondo. Purtroppo, però, vedo serpeggiare ancora la corsa al “potere amministrativo” fine a se stesso nel nostro partito, con buona pace di un futuro migliore.

Michele DE VALERIO DE VALERIO, Manduria

Consulente del Lavoro
promessa democratica

Gianni vero percorso costituente nel solco della tradizione

Gabriella Perri, Roma

Pensionata ex assistente sociale
promessa democratica

Sono da sempre convinta delle qualità di Gianni Cuperlo: profondità, chiarezza delle analisi politiche e delle posizioni nel PD, coerenza e determinazione nel sostenerle. È questo ciò di cui abbiamo bisogno

Anacleto Antonini, Foligno

Docente
promessa democratica

Per me Gianni Cuperlo é il segretario giusto per intersecare le varie anime di questo Partito Democratico che ha come obiettivo generale la persona, il bene comune, la sussidiarietà, la solidarietà, la giustizia sociale, la pace. Valori fondanti del cattolicesimo democratico

Daniele Verusio , Ceglie Messapica

Consulente aziendale
promessa democratica

Mi fido di Gianni!

Ferruccio Pezzulla, Roma

Avvocato Giuslavorista
promessa democratica

Buongiorno,
vorrei aderire e sostenere la mozione Cuperlo. Sono un semplice elettore, mai stato attivista perchè, purtoppo o per fortuna – ho sempre dedicato tutto il mio tempo al lavoro ed alla mia professione, occupandomi dei problemi del lavoro. Sostengo Gianni Cuperlo perché, oltre ad essere a mio sommesso avviso il profilo più serio e credibile, è l’uomo giusto che può dare al Pd un connotato certo di sinistra di stampo riformista e laburista e che può scrivere una storia nuova, con coraggio.

Monica Mitra , Albisola

Chimica
promessa democratica

Credo che il PD sia l’unico grande partito possibile di una sinistra attuale e pragmatica e che sia un partito necessario allo sviluppo socio-culturale del nostro paese e meriti l’attenzione, i contenuti e le maniere di Gianni Cuperlo.

Arcangelo Vitagliano , Sant'arpino

Dirigente medico in pensione
promessa democratica

Gianni Cuperlo è il candidato per un PD di sinistra. Bisogna ritornare a parlare degli operai e del lavoro.
Mi sono riscritto di nuovo al PD perché ci credo.

Severino Meloni, Massa

Operaio
promessa democratica

Sostenere Gianni Cuperlo è una scelta obbligata perché funzionale alla costruzione del nuovo partito democratico, a democrazia partecipata in cui l’ecologismo scientifico e il pacifismo si assumano, senza incertezze o ambiguità, insieme alla giustizia sociale della tradizione cattolica e marxiana, come nuovi assi culturali dell’economia.

Carlo Petacchi, Gragnola di Fivizzano

Gestore di un bar
promessa democratica

“L’alternativa è tornare a pensare, leggere il mondo, nominare alcune idee radicali per immaginare il dopo e ricominciare a sperare.”

Claudio Benazzato Benazzato, Montegrotto terme

Pensionato
promessa democratica

Spero che si torni a parlare al 40 % che non vuole più sapere della politica e che si torni a parlare nelle sezioni.